Pioggia di novembre

Pubblicato: 12 novembre 2014 in 2014
Tag:

novembreSento, come ne “La pioggia di marzo (Fossati)”, ‘la speranza di vita che porti con te’.

Se la strada si è dissolta, ne apprezzo l’esperienza e l’energia. Un rapporto non nato lascia tra le dita le domande per capire dove ho sbagliato. Nel vuoto pieno di attività che devono ripartire e di quelle già partite porto la nuova fotografia di una situazione evidentemente mal gestita. Non piango, non rido. Cerco le risposte per crescere ancora un po’. E vado avanti.

Ho un nuovo diario da scrivere, parte da oggi (in realtà è già da un pò, ma mi rovina la poesia..). La mattina annoto gli impegni della giornata; la sera chiudo gli occhi, individuo i momenti migliori  e li fisso lì, sul quel quaderno. Quindi ogni giorno ha un inizio e una fine. Qualche minuto tutto mio, lontana da tutto: tv, musica, figlio, p, cane. Solo io e quel quaderno. Quindi vado a letto più leggera. Mi spoglio delle ansie che mi hanno accompagnato per tutta la vita. E la mattina, nel silenzio della casa addormentata, lascio entrare la consapevolezza.

Oggi apprezzo persino la noia di questa pioggia che pare non debba finire mai. Agisce come un decanter. Per fare respirare questo nuovo inizio prima di apprezzarlo in tutto il suo sapore. La speranza di vita, un nuovo progetto, una nuova storia da scrivere. E da vivere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.