Happy end

Pubblicato: 19 gennaio 2015 in 2015

happyEnd
L’altro giorno ho fatto un sogno. Dovevo partire dalla stazione di Padova, P era già al binario ad aspettarmi, io dovevo raggiungerlo portando un pesante valigione e G che non mi semplificava la vita. Da fuori vedo e saluto P che mi urla di affrettarci. Ma appena entrata in stazione mi ritrovo in un dedalo di scale mobili e non riesco a capire la direzione. Ho la consapevolezza che non arriverò in tempo per salire sul treno.

E così, una meta che sembrava così vicina, un percorso fatto mille volte, diventa improvvisamente sconosciuto, indecifrabile, paralizzante. Penso che nessuna fotografia avrebbe potuto rendere meglio di questo sogno la mia situazione di queste ultime settimane.

Non mi dispiacerebbe in realtà perdermi. Ma non ho il tempo. Sto guardando avanti. Ho bisogno di un lieto fine. E quindi guardo avanti. Quando mi cala l’umore, penso sempre che ogni domanda ha sempre almeno due risposte. E che quello che non vedo oggi magari mi apparirà chiaro domani. Ogni compagno di piccoli viaggi che incontro in questi giorni, mi accorgo, mi fa fare passi da gigante verso una meta. Che non so quale sia. Ma quando procedo con tante certezze non mi muovo. Quindi. Viva l’ignoto. Sento che non manca tanto. Anzi. Lo vedo il treno che sta per arrivare. La strada mi si chiarirà. E intanto vivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.