Archivio per agosto, 2016

Ultimo sabato d’agosto

Pubblicato: 27 agosto 2016 in 2016
Tag:, , ,

20278636949_bea0f2eb16_b

Tempo magnifico. Sole. Non troppo caldo. Ma decisamente estate.

L’atmosfera che si percepisce è di chi sente il tempo scadere: la valigia è incombente, si ragiona su quando sarà più opportuno mettersi in viaggio e si programmano gli ultimi impegni. Come suddividere le cose del frigorifero per arrivare all’ultimo senza avanzi. L’ultima grigliata per poter pulire e mettere via tutto.

Nel frattempo arrivano ‘quelli del week-end’ e li riconosci dalla carica, la voglia della festa, la necessità di lasciare il lavoro lontano e veramente sentirsi liberi.

Nella pedalata nella pineta vedo sparse, qua e là, mamme e nonne con passeggini e carrozzine e frugoletti addormentati, in pace con tutto e tutti. E, solo per un  attimo, vorrei tornare a quel momento, e gustarmi il suo faccino sereno sprofondato nel sonno e, come allora, parlargli del futuro. Ma dura poco. Torno al presente e sorrido. Torno a casa e sempre sorridente me lo abbraccio forte. Lui, non capendo, in qualche modo ricambia il mio abbraccio. Poi torna a giocare.

Photo credit: When the umbrella matches the scenery! – 222:365 via photopin (license)

Annunci

Ultima cartolina dall’interno

Pubblicato: 26 agosto 2016 in 2016

luggage-1482615_1280

Ultimi giorni di agosto.

Iniziano a circolare le varie fotografie delle vacanze. Spiagge, montagne e sorrisi. Zaini, vailigie, aerei, macchine, bici…

La mia fotografia non la posso pubblicare. Non per la privacy. E’ una foto in cui, finalmente, regna la serenità. Di fronte a me non ho la spiaggia più bella. Dalle finestre non vedo un panorama unico.

Non ho “girato e rigirato senza sapere dove andare” (cit.), non ho conosciuto persone diverse da me. Usi e tradizioni, o profumi che, in un lampo, mi ricorderanno giorni indimenticabili. Niente di tutto questo.

Si, ho rivisto amici. Ne ho ospitati altri. E, tutti, hanno contribuito con le loro pennellate al quadro che si stava dipingendo. Era tanto che non succedeva. Abituati alla rabbia, ai silenzi, alle recriminazioni. All’idea di un futuro che, come un elastico, si allunga e si restringe con velocità e violenza, ferendoci ogni volta un po’.

Oggi, udite udite, voglio credere che siamo solo all’inizio. Non posso permettermi grandi illusioni. Ma, per una volta, preferisco crederci. Inshallah!

Qui piove.

Pubblicato: 10 agosto 2016 in 2016
Tag:, , ,

Qui piove

..e a me non dispiace nemmeno un po’!

Ho preso Giò, la bici, e cantando “Vengo anch’io. No tu no” ci siamo inoltrati nella pineta, direzione mare. Il termometro in spiaggia segnava 18 gradi e, mannaggia, ha ripreso a gocciolare. Ma l’entusiasmo superava il fastidio e siamo rimasti lì, tra i nuvoloni, il vento e il deserto umano. Solo noi e i bagnini, a riordinare una scena destinata a rimanere vuota. Ogni tanto qualche runner.

Completamente fradici abbiamo raggiunto le biciclette.  Ma dovevamo aspettare una tregua. Lui ne ha approfittato per catturare qualche creatura giapponese (!) e io ho iniziato a gustarmi gli elementi respirando così profondamente da farmi raggiungere le pieghe dell’anima per portarmi a casa tutte quelle sensazioni che sto così apprezzando ultimamente. Sento che la tavolozza dei miei colori si sta gradualmente riempiendo di tutte le tinte possibili. E questo mi fa stare bene. Molto bene!

La voglia del caffè ha preso il sopravvento e la pioggia ci ha concesso qualche minuto per raggiungere la pasticceria. Poi a casa. In compagnia dei miei tuoni, il cane impaurito, il vento che ribadisce che oggi è la sua giornata. Oggi piove. E va molto bene così.

Photo credit: via photopin (license)