Ouverture

Pubblicato: 4 gennaio 2018 in 2018
Tag:,

Metropolitana, fermata Porta Genova. Il mio appuntamento è tra una decina di minuti. Come sempre, ho la musica a tenermi compagnia, ad agevolare qualche volo pindarico. Mi guardo intorno. Sono fuori dai tornelli. La gente va e viene con una certa fretta, è l’ora di fine lavoro e del rientro verso casa.

La stazione si sta riempiendo delle varie attività abusive: dagli ombrelli alle cuffiette, ai rumorosissimi e illuminatissimi giochi per i bambini. Un giocoliere attrae la mia attenzione: inizia a far roteare le sue palline rosse, ogni tanto ne perde qualcuna. Ma non è questo. Il fatto è che ha scelto un posto molto strano per esibirsi. Le persone, qui, non si fermano. Qui si va di fretta, verso casa o verso la propria serata. Ma lui continua in questa specie di danza in cui il ritmo sempre più serrato si conclude inesorabilmente con una pallina che rotola verso direzioni improbabili. E allora sì, qualche passante la raccoglie, la lancia al proprietario ma continua il suo percorso.

Intanto le bancarelle sono quasi pronte. Il tizio più vicino a me pare avere un’attenzione maniacale per la sua vetrina improvvisata: continua a prendere e spostare gli equilibri, mai soddisfatto del risultato raggiunto. Sposta una serie di oggetti, indietreggia di un passo, valuta l’insieme, scuote la testa, e continua il suo lavoro.

Ma a un certo punto, come per una nota stonata durante l’esibizione di un’orchestra, i ritmi cambiano. Rapidi scambi di sguardi tra i venditori ma gesti lenti e inesorabili: le bianche lenzuola che facevano da tappeto si trasformano in sacchi in cui nascondere la mercanzia. E’ arrivata l’Autorità. Il bersaglio è il giocoliere. Che interrompe il suo numero e inizia a mercanteggiare per il suo show. Più parla più i venditori riescono ad organizzare la ritirata. Sembra un branco di bradipi, mi colpisce la lentezza dei gesti.

“Ehi, ciao!” due baci sulle guance e via, direzione Mudec per la mostra Klimt Experience. Anch’io ho la mia serata che mi aspetta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.