Dondola dondola

Pubblicato: 2 marzo 2018 in 2018
Tag:,

Va su e giù, l’altalena. Avanti e indietro. Ora sono in alto, che sento quasi le vertigini. Schiena in avanti e vado giù. Schiena indietro e vado su. Ammiro il cielo, blu. Vorrei staccare le mani e provare a volare. Ma non sono così leggera. Né ho tanta rincorsa. Saranno le domande, sempre le stesse, che non mi danno pace, né risposte chiare. Sono come delle zavorre. Mi tengono ancorata qui. So tutto. Eppure sono ferma. In un continuo dondolare che quando salgo sono Felice, e tutto mi sembra possibile. E tutto mi sembra vicino. Facile. Ma, all’improvviso la discesa, di cui non vedo la fine, in cui mi sento sola, terribilmente. E inutile.

Non sono programmata per l’equilibrio; o l’ordine. Intanto ammucchio manuali in cui mi insegnano come si fa. E impilo i buoni consigli di chi non sa, non sente, ma parla. Vorrei darvela, per un po’, la mia vita. Sono sicura che trovereste il bandolo. Prima e meglio di me. Purtroppo non si può fare. Quindi provo a spingere più forte, perché a ogni spinta ritrovo qualcosa. Ed è questo il bello. Il mondo, anche (e soprattutto) guardandolo dal disequilibrio, ha stimoli ovunque. Chiavi che arrivano da chissà dove e aprono porte che nemmeno immaginavo, chiuse. E’ l’istinto, baby: antenne su, paranoie giù, dondola, spingi, su e giù, accettando tutto. E chissà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.