È uno di quei giorni in cui…

Pubblicato: 4 novembre 2018 in 2018
Tag:, ,

Ringrazio il cielo che non esista al mondo nessuno che, solo guardandomi negli occhi, capisca il viaggio che sto facendo.

E che non parlo quando dormo, anche se non è sempre vero. Perché i miei sogni, ultimamente, è veramente meglio che rimangano chiusi in quella dimensione.

Ho l’abitudine di viaggiare come su un’altalena, sospesa tra sogno e realtà, perché ho bisogno di entrambi, per progredire. E più la realtà è articolata e più cerco ossigeno in mondi lontani, fantastici, proibiti.

Just dreams..

E quella realtà fatta di musi lunghi, sorrisi troppo rari, lamenti persistenti.. no, non mi avrà! Faccio quello che devo fare, tutto quello che ci si aspetta da me. Il mio corpo è qui.

Ma la mia testa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.