Sentieri

Pubblicato: 2 marzo 2019 in 2019
Tag:,

Qualche giorno fa mi sono svegliata stanca. Non avevo più nessuna voglia di trovare soluzioni. Ho deciso di arrendermi. Di farmi triturare definitivamente senza opporre resistenza. Basta: è finita!

Una persona più disperata di me mi ha scaricato addosso il suo dolore e improvvisamente ho visto chiaramente che non era finita: perché io ho lottato, ho ritrovato, ho ricostruito, ho ricominciato. Devo andare avanti.

Poi arrivano altre giornate. Ancora problemi.

E, oggi, camminare, in salita, diventa difficile. Sento il fiato che manca. Il peso di sempre che mi schiaccia dentro. E fuori. Improvvisamente sento le lacrime, stronze, che vorrebbero uscire. Sono l’ultima della fila, ora. Mi fermo, mi giro verso il panorama, e ne lascio uscire due. Mi asciugo gli occhi cercando di nuovo calma e respiro regolare. Mi volto verso il sentiero. Gli altri sono lontani. Non so se ce la faccio. Non so se posso respirare veramente. Non so riuscirò mai ad arrivare. La meta mi sembra lontana e difficile da raggiungere. Ma cazzo! L’alternativa qual è? Non mi posso fermare. Nemmeno tornare indietro. Non solo perché non voglio. Ma, soprattutto, mi perderei definitivamente.

Gli altri sono su. Seduti. Aspettano. Un passo. Un altro passo. Arrivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.