Posts contrassegnato dai tag ‘domenica’

(stra)Ordinaria domenica

Pubblicato: 21 gennaio 2018 in 2018
Tag:,

Oggi, in questa domenica di gennaio, il mondo visto dalla finestra assomiglia molto a una prova generale della primavera. La sensazione visiva è confermata anche una volta uscita di casa; ma il freddo, quello c’è tutto.

L’energia di questo sole fa il suo dovere: abbatte la mia pigrizia e mi convince ad allungare il giro con Romeo. Scendo lungo il Naviglio e capisco che la mia sensazione è largamente condivisa: è da tanto tempo che il popolo degli sportivi non era così numeroso. In particolare, guardo quelli che corrono. No, non cambio idea. La corsa proprio non mi attira.

Quindi torno a me. Penso e cammino. Osservo e cammino. Cammino e basta. A casa mi aspettano i soliti doveri domenicali e io non vedo l’ora che arrivino le due così posso uscire di nuovo, senza cane, e camminare ancora. E compiere quel tragitto sempre uguale ma sempre diverso, nella sostanza. Sono nell’occhio di un ciclone, tra sensazioni, emozioni, desideri e idee. Ogni istante è carico di qualcosa, e sto imparando a educare la testa a seguirmi nei miei improbabili viaggi. E ora che la persino la notte lavora in mio favore, suggerendomi nei sogni le risposte che il giorno non trova, sento finalmente una piena armonia tra i miei opposti. E così sia!

Ultima domenica di maggio

Pubblicato: 28 Maggio 2017 in 2017
Tag:, , ,

La passeggiata con Romeo di questa mattina è stata un vero piacere: uscire con il traffico ridotto praticamente a zero, sia umano che automobilistico, in un generale silenzio che pare amplificare persino i profumi della primavera. Camminare a ritmo ridotto, con questo piacevole freschetto, manca solo la carezza del vento: chiedo troppo. Nell’ipod seleziono Lorenzo che mi dà la giusta carica fino al caffè che prima o poi troverò in questa città sonnecchiante.

Quando rientro mi assale la pigrizia, quanto vorrei poter rimandare a domani! ma ripetendo nella mia testa la lista delle cose da fare mi rendo conto che non posso scappare.

Mi prendo ancora dieci minuti per me, e penso a quest’ultima settimana in cui non è passato giorno in cui non mi sentissi sotto osservazione; la soddisfazione è stata arrivare a venerdì e accorgersi di aver vinto la sfida e superato l’ostacolo. Domani riparte la sfida, lo so. Ma il primo passo, il più difficile, è stato fatto.

Ieri, nella mia giornata premio, ho accettato di rimettere in discussione un principio che era graniticamente radicato dentro di me. Anche in questo caso ho aperto un mondo nuovo di possibilità, entrando in una dimensione in cui mi muovo in totale libertà, soprattutto mentale. Mi accorgo di aver vissuto in difesa, fino ad ora. Oggi, che è l’istinto a guidarmi, faccio quotidianamente progressi senza nemmeno rendermene conto. E’ vero che la traiettoria che sto compiendo sembra del tutto casuale. E se mi chiedo cosa farò domani so che non ne ho idea. Ma forse, alla fine, tutti questi pezzettini avranno un senso più chiaro dentro di me. O, semplicemente, fortificheranno  il mio agire. Non lo so, lo scoprirò vivendo.

Domenica di febbraio

Pubblicato: 8 febbraio 2015 in 2015
Tag:, , ,

Frittelle
Molta meno poesia, oggi.

Un’enorme montagna da stirare mi aspetta, suggerendomi che non è possibile rimandare. E non rimando. Stacco il cervello e vado avanti. Un occhio a G che deve studiare. Uno ‘Schhhhhhhhh…’ a Romeo che, annoiato, abbaia contro qualunque essere vivente nei dintorni.

E penso come sarebbe bello se tutto in un attimo si risolvesse. Potrei fare quelle cose che sto rimandando da un’eternità. Ho deciso di crederci. La fiducia è l’unica strada che prendo in considerazione.

Alla fine del pranzo ho chiuso gli occhi e ho ritrovato un ricordo. Un dolce ricordo. Le frittelle che papà portava tutte le domeniche di carnevale a chiudere il pasto. Con conseguente disputa su quale pasticceria le faceva meglio: “quelle vuote lì. Ma la crema è meglio là….”

Un verdetto definitivo non credo sia mai arrivato.

Mmmmmhhhhhhhhhhh. Che voglia di frittelle………

Photo credit: dolci di carnevale via photopin (license)