Posts contrassegnato dai tag ‘respiro’

Maledetto week-end.

Pubblicato: 23 giugno 2018 in 2018
Tag:, ,

Sono un po’ stanca. E’ stata una settimana importante, rivelatrice.

Per esempio, ho scoperto che tutto quello che mi succede in questi giorni o mi provoca totale ‘sconvolgimento’ o disinteresse completo.

Il che non è piacevolissimo, ma utile, per fare delle scelte.

Oggi è sabato. Ho l’impressione di aver fatto un unico lungo sogno inframezzato da numerosi risvegli. Riguarda un compito che mi è stato assegnato. Ad ogni risveglio ne avevo svolto un pezzo in più. Peccato che non mi ricordo una parola.

Allo specchio ho provato a gonfiare un po’ le guance per vedere l’effetto che fa. Uhm.. non saprei..

Tante cose da fare, la testa focalizzata in un punto solo, entro ed esco di casa in continuazione, senza sosta, senza pace.

E’ bastato un attimo, un fulmine a ciel sereno. Ho sentito tutta la sconfitta piombarmi addosso. Ho cercato di evitare il problema nel modo più immediato, buttandomi sul cibo, seguendo la solita alternanza dolce salato.. dolce.. MA CHE CAZZO STO FACENDO???

Pensavo di essere più forte. Probabilmente lo zainetto è pieno, devo iniziare a svuotarlo un po’. Mi siedo in cucina, capisco di essere al limite, ma allontano il cibo. Non c’è più posto per i problemi, dentro di me. Ok, due lacrime aiutano. Aria, cerco aria e mi aiuto con la respirazione. Svuoto la testa e respiro, respiro e piango. Con la voglia di scappare. So che  non lo farò. So di avere le risorse.

Arriva la calma, arriva l’energia e una specie di sorriso. Ce la posso fare. Tutto mi sembra più facile, ora. Ho guadagnato qualche metro, ridimensionato i problemi, mi rialzo. E’ sabato. Mattina. Avanti, senza paura.

Se io sapessi…

Pubblicato: 10 agosto 2017 in 2017
Tag:, ,

che andrà tutto bene.. come sarebbe più leggero il viaggio (imperfetto sempre, ma più leggero)…

Se io sapessi che dopo tutta questa salita troverò il luogo più meraviglioso dell’universo (e non un baratro o un’altra salita) correrei, nonostante la pendenza.

Se io sapessi che quando mi manca l’aria non è per sempre, basta aspettare un attimo, ritrovare la calma, accettare anche qualche istante di apnea tanto piano piano il respiro torna a farsi grande, non penserei ogni volta di dover morire.

Se io sapessi che mi posso fidare, eviterei di sbandare continuamente e come sarebbe più aperto il mio sorriso!

Se io sapessi che tutti i sorrisi che mi sono stati regalati oggi, nella mia passeggiata solitaria, sono riuscita a ricambiarli tutti (proprio tutti), senza ombre, senza forzature… come sarei contenta!

Perché oggi, nonostante le turbolenze, mi sento forte. Mi sento serena. Mi sento in grado di sorridere, fidarmi, respirare, correre, salire e viaggiare, accettando tutti i rischi che la vita comporta. Perché non mi faccio male se non quando mi nascondo in un angolo per non accettare la sfida. Perché ieri, mentre tutto franava, ho visto il sole finalmente grande e splendente. E se tutto, come si dice, accade per un motivo, ora penso di sapere qual è.