Posts contrassegnato dai tag ‘scelte’

Il viaggio continua

Pubblicato: 10 giugno 2017 in 2017
Tag:, ,

Caldo fa caldo. Per questo le prime ore del giorno sono preziose per uscire e passeggiare, con quell’arietta che ci tiene compagnia e i pensieri che non mi abbandonano mai. Ma non sono pensieri cupi, anzi.

Ogni tanto mi incarto, vecchi fantasmi si insinuano nel cuore e nella testa e mi fanno sbandare. Ma, in linea di massima, l’esercizio quotidiano di capovolgere le prospettive e le linee guida mi fanno vedere tutto in maniera diversa e possibile. Mi piacerebbe arrivare al punto di sentire di non ‘aver bisogno’ degli altri. Il che non vuol dire di bastare a me stessa. Al contrario. Significa vivere me stessa e gli altri in piena libertà, in uno scambio naturale, senza un dare/avere: se alla fine i conti non tornano è uguale, perché la serenità non è fuori, ma dentro di me.

Ora non è ancora così: ogni tanto la bambina che è dentro di me fa i capricci e sbatte i piedi e i pugni per richiamare l’attenzione. Oppure fa il broncio e tiene tutti a distanza, per non soffrire. Ma sono episodi isolati. Per fortuna le persone a cui tengo sono intelligenti e non danno importanza a questi umori.

Le vecchie trappole quotidiane riesco ad evitarle, non avendo più voglia di impantanarmi. Buono. Il futuro non lo vedo se non a pochi istanti da me. Sento che non è il momento delle grandi Decisioni. Tutt’al più sono le Scelte le protagoniste di questa fase. E’ l’istinto a guidarmi.

“Anche la più repressa delle donne ha una vita segreta, con pensieri segreti e sentimenti segreti che sono lussureggianti e selvaggi, ovvero naturali. Anche la più prigioniera delle donne custodisce il posto dell’io selvaggio, perché intuitivamente sa che un giorno ci sarà una feritoia, un’apertura, una possibilità, e vi si butterà per fuggire.”

Clarissa Pinkola Estés

Una splendida giornata di sole

Pubblicato: 5 novembre 2015 in 2015
Tag:, ,

sunnyDay

… fuori e dentro di me!

Alt! E’ ora di fermarsi un attimo e guardare veramente la realtà negli occhi: se la vita oggi non mi dà quello che vorrei, meglio considerarlo un punto di partenza. Continuare a chiedermi di chi o cosa posso fidarmi, ha senso? I dubbi di questi giorni mi stanno sfiancando. Ora basta!

Quindi, si cambia. Svuoto la testa, abbandono la rabbia, cerco il sole. La serenità la posso trovare non trattenendo ciò vuole andare via. La serenità vive di allegria, di rispetto. Di amore, possibilmente. Di condivisione.

E qui mi si apre un mondo. Mi guardo intorno e conto i colori che mi mancano. Le sfumature che vorrei. So che posso avere tutto. Non devo più consolarmi col cibo ma godere dei sapori. Che sono frutto di scelte e non vie di  fuga. Vaghi segnali positivi inizio a intravederli.  Sono sufficienti per farmi provare la sensazione di un’inversione di rotta.

Ahhhhhhhhh! Mi sento già meglio. Ho aperto i sensi alla vita, le finestre permettono un ricambio, le emozioni si nutrono di questo sole.