Posts contrassegnato dai tag ‘volare’

Giochiamo?

Pubblicato: 3 settembre 2018 in 2018
Tag:, ,

Tiro i dadi, imprevisti o probabilità, che importa… voglio pescare la carta che mi faccia tornare indietro, al “Via!”. Non voglio soldi. Niente.

No, non è il Monopoli.

Mi riprendo la solitudine. Meglio. La mia collezione di delusioni si è arricchita di un ulteriore pezzo. L’ultimo, spero.

Ma, non credo. La tentazione di blindare il mio cuore non regge di fronte alla terribile voglia di vita. E, in più, non imparo mai dall’esperienza. Misurare le mie parole. E le emozioni. Giocare meglio. Non ci riesco.

E quindi, se capita, domani crederò di nuovo. E piano piano inizierò a fidarmi. Poi riuscirò persino a volare. Crescerò. Farò qualche passo in mondi sconosciuti. Sperando tutti i giorni di volare ancora. E ancora. Volare.

Domani.

Caro amico ti scrivo…

Pubblicato: 7 novembre 2017 in 2017
Tag:, ,

..perché lo ammetto, stasera mi manchi un pò…

Questa sera, che è bastato uno spritz a farmi sentire più leggera e a farmi tornare la voglia di volare e, forse, ho trovato anche un paio nuovo nuovo di ali, tutte mie.

Questa sera, che non sento più la rabbia, soltanto una dolce allegria. E volando a pochi metri da terra, e dalla realtà, ho visto le strade che ho voluto ignorare, per necessità o illusione.
Probabilmente non è vero che non ho cercato scorciatoie. Acque azzurre dove sguazzare e ricaricare l’anima. E’ stata questa la mia scorciatoia.

Sono un casino, sempre a caccia, sempre alla ricerca di risposte. Purtroppo credo di aver sbagliato le domande. Probabilmente non ho valutato tutte le alternative, mi sono impantanata subito. Sicuramente avevo bisogno di tempo, dovevo buttare via e ricaricarmi. Fatto.

Ora che non posso tornare indietro (e non voglio), so di aver complicato il percorso e di aver perso qualcosa. Ma ho vissuto. E adesso, che vedo tutti i colori della mia tavolozza penso che, se riesco a crederci fino in fondo, il futuro che mi aspetta sarà meraviglioso. E’ la vita. Persone che entrano ed escono dalla nostra traiettoria, ci accompagnano per un po’ condividendo il possibile. E il viaggio continua…

I had a vision

Pubblicato: 12 luglio 2017 in 2017
Tag:, ,

Ho avuto una visione delle mie: una giornata di sole, con una luce quasi accecante, cammino su un trampolino sospeso nel vuoto a una altezza imbarazzante.

Se fosse realtà, sarei terrorizzata. Probabilmente sarei abbracciata a quel pezzo di materiale plastico rifiutandomi di andare avanti o indietro, guardando giù e con la certezza di non uscirne viva.

Ma era una visione (e NON un sogno). E camminavo fiera, andavo avanti, guardavo giù e poi su. E sorridevo.

Ho iniziato a pensare che le esperienze che mi capitano in questi ultimi tempi sono essenzialmente di rottura e di conquista. Sono al centro di una rivoluzione e totalmente aperta al cambiamento. Non so da quanto non mi sentivo così viva. Tendo a rifiutare i ruoli di sempre, potrebbe essere vero. Quando capisco di dovermi mettere in gioco sono contenta, perché vengono fuori tante cose nuove di me. Cerco di accettare gli altri per quello che sono e per quello che possono darmi senza nulla pretendere. Cerco. Sto migliorando. E’ una fase di passaggio, non posso commettere troppi errori. Soprattutto se coinvolgono altre persone.

C’è tanto sole, intorno a me. Le ombre, inevitabili, le guardo senza troppa paura: prima o poi capirò tutto. Cammino lungo il trampolino, guardo fiduciosa in basso. L’acqua è limpida. Ma non è così importante. Perché sono pronta a saltare. E a volare.

Sono solo ca**i miei!

Pubblicato: 5 giugno 2017 in 2017
Tag:, ,

Premessa necessaria: quanto dirò in seguito non riguarda Amici, Amiche o parenti. Gli unici che possono veramente parlare, sapendo di cosa stanno parlando.

Mi piace camminare. Penso si sia capito. Mi piace scambiare quattro chiacchiere con le persone che incontro, anche se si tratta di commentare il caldo, la pioggia o altre banalità. Mi piace raccogliere confidenze mai richieste, quando l’interlocutore, chissà perché, ritiene di potersi fidare e apre il suo cuore a una semi-sconosciuta.

Cerco di essere mentalmente più aperta possibile, quando riesco empatica. Il che non significa, però, che debba restituire la stessa confidenza. L’Amicizia è una cosa seria.

Ora: vorrei dire a tutte le persone che, incontrandomi, ritengono di darmi tutti i loro consigli e suggerimenti sulla MIA dieta. Grazie, veramente. Basta così. Sono sicura che c’è un’ottima intenzione dietro a tutti i vostri consigli. Li incasso con il sorriso, come sempre. Riesco a ragionare da sola e dietro ogni mia scelta c’è sempre un ragionamento. Mi sono sentita dire di tutto e il contrario di tutto: a chi dovrei credere? Riesco ancora a guardarmi allo specchio con una certa obiettività. So quando è il momento di fermarmi, e ci sono praticamente arrivata. Non sono mossa da istinti suicidi ma, al contrario, ho voluto liberarmi di una pesante zavorra accumulata in momenti difficili per poter volare sempre più in alto. Quindi, quando sentirete: ‘Adesso basta!’ sarò io a dirlo, perché avrò raggiunto la mia meta che, peraltro, è solo il primo degli obiettivi che sto affrontando per rendere la mia vita veramente completa.

Non vi offendete, ma è proprio così: SONO SOLO CAZZI MIEI!

I believe I can fly…

Pubblicato: 3 novembre 2015 in 2015
Tag:, ,

bird

Suona la sveglia, parte ‘What a wonderful world’ e penso che ho avuto proprio una bella idea a svegliarmi con questa canzone, che canticchio preparando la colazione e anche se sono le 6.30 sono contenta. Tutto, ma proprio tutto, deve ancora succedere. La melodia nel silenzio totale della casa e della città (almeno sotto casa mia) mi riempie di colori. Colori solari.

Non penso alle tracce di fallimento ritrovate anche ieri, e che mi hanno fatto scivolare in un panino colmo di maionese, dopo che per giorni ero stata a stecchetto perché ho un obiettivo e me lo devo sudare. Metto tutto sotto il tappeto, fino a quando riuscirò a non esplodere. Sorrido e faccio finta di niente. Funziona? non lo so. Non mi pongo la domanda.

Penso al diritto di essere felici. A tutte le età e situazioni. Penso com’era facile una volta sentirsi in cima alla vetta e, un momento dopo, nel baratro. Era meglio così? Forse sì. Com’era facile volare, fare cose stupide non ritenendole tali, perché l’obiettivo era la Vita, ad ogni costo. Oggi no. Mi tocca cercare l’equilibrio. Mentre oggi, proprio oggi, vorrei ritrovare le ali, non pensare al dopo, al chi, al come e sentire che ogni particella di me urla, ride, vive.

A spasso fuori dal mio giardino….

Ricetta per la felicità (roba seria, scientifica…)
– 20 minuti al giorno da trascorrere all’aria aperta
– essere postitivi
– individuare un punto di forza e usarlo ogni giorno
– fare esercizio fisico
– dare un senso alla vita
– condividere il tempo con persone felici
– avere relazioni sociali forti
– prendersi cura degli altri

Ad ogni buon conto, all’occorrenza, crema di nocciole o simile tampona e, se usata con moderazione, non nuoce alla salute…